Ossa forti?? Ecco come!

Ossa forti?? Ecco come!


Le ossa sono una forma di tessuto connettivo all’interno del quale sono depositati tantissimi minerali, come calcio e fosforo. 

Con il passare degli anni, fisiologicamente, la densità minerale ossea diminuisce per cui diventa fondamentale attuare per tempo tutte le strategie possibili per rallentare questo processo e prevenire le fratture che vi si associano spesso come quelle al bacino, femore, polso e caviglia.

Pensate che in Italia il 23% delle donne di oltre 40 anni e il 14% degli uomini con più di 60 anni è affetto da osteoporosi (quasi 5 milioni di persone).

Gli studi scientifici [Esercizio fisico e fisioterapia nell’osteoporosi] – PubMed (nih.gov) hanno confermato da tempo che l’allenamento con i sovraccarichi stimola la produzione di sostanze (come gli osteoblasti) che sono responsabili della rigenerazione di nuova materia ossea.

In abbinamento ad una ben gestita attività fisica, è certamente necessaria l’assimilazione di determinati alimenti che favoriscano la sedimentazione di nuovo materiale osseo.

I principali nutrienti si possono trovare in:

1) pesce azzurro come sardine, alici, sgombro, le cui piccole lische che ingeriamo contengono calcio


2) acqua, con funzione di lubrificante articolare, per prevenire stress e infiammazioni articolari

 
3) avocado, ricco di vitamina K e saponine, aumenta l’assorbimento di calcio e riduce i sintomi dell’artrosi


4) mandorle, ricche di calcio e potassio


5) spinaci, che contengono calcio, vitamina C e vitamina K e soprattutto ferro


6) broccoli, che hanno tanto calcio, fosforo, zinco, vitamina A, C e K


7) zenzero, antiossidante potente con azione antinfiammatoria preventiva per l’artrite 


8) latticini, che contengono calcio


9) fichi, ricchissimi di calcio, ma anche di potassio e magnesio 


10) sesamo, fonte importante di calcio, manganese, magnesio, zinco.

Chi svolge una vita particolarmente stressante o chi si allena intensamente, ha un consumo più marcato di vitamine e minerali, correlato ad una produzione alta di radicali liberi e citochine infiammatorie, per cui avrà difficoltà a raggiungere il fabbisogno giornaliero previsto; in questi casi diventa necessario l’utilizzo di alcuni integratori di qualità. (NIH Consensus Development Panel on Osteoporosis Prevention, Diagnosis and Therapy. Osteoporosis prevention, diagnosis and therapy. JAMA. 2001285: 785-795)

Vi ricordiamo che siamo sempre disponibili per informazioni più specifiche o piani di allenamento/dieta personalizzati.

Potete contattarci via mail a info@biosportinglab.it o su Facebook nella pagina biosportinglab oppure su Instagram nella pagina _biosportinglab_

Un saluto da tutto il nostro staff.

RispondiInoltra

Lascia un commento

it_ITItalian
it_ITItalian